Ius Simone e Ordano Raimondo protagonisti all’acquatic runner

Ius e Ordano - Fiamme Cremisihttps://i1.wp.com/www.pordenoneamatoric5.com/wp-content/uploads/2016/09/14311297_1112064458846764_6671279015376784412_o.jpg?resize=389%2C25914352061_906696542807185_4106250969464950582_oimg-20160915-wa00011

23  km corsa 5 km nuoto e centinaia di metri di corsa-nuoto  in acqua bassa da Grado a Lignano fra le isole della nostra stupenda laguna per un totale di 19 transizioni terra-acqua. Questo l’affascinante scenario dell’Aquatic Runner 2016 in cui hanno gareggiato lo scorso sabato 10 settembre i cremisini Simone Ius e Raimondo Ordano.

Simone Ius, atleta élite delle Fiamme Cremisi, partecipa e vince nella sua categoria, arrivando solo mezzora dietro il vincitore Francesco Cauz e con lo stesso tempo della vincitrice femminile Silvia Colussi. Taglia il traguardo accolto con calore dal nutrito pubblico e dallo speaker e triatleta strepitoso Gilberto Zorat. L’eccezionale performance di circa 3 ore e mezzo gli permette di aggiudicarsi il titolo di Campione Italiano di categoria di Swim Run.

Gara durissima l’Aquatic Runner ma totalmente coinvolgente anche per Raimondo Ordano, triatleta e cremisino che corre e nuota per  4 ore e mezzo di gara e porta a termine la gara mantenendo un tono atletico spettacolare.

I due atleti italiani, parte dell’eXtremeMan International, la squadra gemellata di atleti italiani e ungheresi che ogni anno, sotto le luci dei riflettori, partecipa all’eXtremeMan di Nagyatad (Ungheria) hanno voluto testare sulla “propria pelle” la gara prima di invitare i colleghi ungheresi, che saranno presenti all’edizione 2017 dell’Aquatic Runner.

Simone e Raimondo cremisini e atleti di eXtremeMan International accendono i riflettori su due gare straordinarie, l’eXtremeMan HUNGARY e l’Aquatic Runner ITALY, che si avviano a crescere insieme.

La neonata partnership è stata realizzata grazie all’impegno e all’intraprendenza delle Fiamme Cremisi, sotto la regia di Fulvio Cantarutti, Coordinatore delle Fiamme Cremisi e promotore di eXtremeMan International,

Due gare europee verso  il futuro.

 

 

 

 

Lascia un commento